Hai l'età per bere legalmente
bevande alcoliche?
Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Entrando dichiari di essere d'accordo con i nostri Termini e Condizioni, la nostra Privacy Policy e la nostra Cookie Policy.
it
MENU Chiudi
29 October 2019

Premio speciale per 'la cultura del bar' alla famiglia Nonino

La famiglia Nonino è stata insignita del premio speciale per i meriti conseguiti nello sviluppo 'della cultura del bar'.

  Il premio è stato consegnato in occasione del Bar & Spirit Festival dove si è dato appuntamento il meglio della scena bar e dell'industria degli spirits trasformando la Hofburg di Vienna nel più grande cocktail bar del mondo.
"(...) La famiglia Nonino concentra costantemente i suoi sforzi sulla cultura del bar e della ristorazione ai massimi livelli, avendo creato ormai con i suoi prodotti svariate pietre miliari. La Grappa Monovitigno introdotta del 1973 - realizzata come dice il nome da un unico vitigno - ha rivoluzionato la cultura dei digestivi; l’Amaro propone nuove prospettive quando si parla di aperitivi così di moda in Italia. “Cocktails per la gioia del palato e dello spirito”, ecco il credo dei Nonino, che hanno nel frattempo esteso la loro gamma di prodotti ben oltre la sola Grappa, ispirando mixologist di fama internazionale alla creazione di nuovi cocktails. Tra questi vanno citati Jörg Meyer (Le Lion, Amburgo), che servendosi della Monovitigno Moscato ha dato vita al “Rosina Ferrario No. 203”, oppure Gianni Albanese (The Ritz Carlton, Londra) che si è servito della Monovitigno Chardonnay invecchiata in barriques per creare il suo “Antonella”"; così celebra la motivazione della Giuria.
Photo credit: (© Colin Cyruz Michel)
Video in primo piano